Osannato dai consumatori, condannato dai medici: questo è stato, per anni, l’atteggiamento contraddittorio dell’umanità nei confronti del caffè, bevanda secolare dalla fama controversa.